alt
alt
Florence
alt
Art at Site 	www.firenzearte.nl	Corrado	Cagli	Uccello in Gabbia
Artist:
Title:
Year:
Adress:
Website:

Corrado Cagli

Uccello in Gabbia

1974
Piazza Vittorio Veneto
Website
www.art.florence.it:
It was built by Corrado Cagli for the art of ‘Agnes of Hohenstaufen Spontini prepared for the Maggio Musicale in 1974. The sculpture, with the structure of pipes and steel sheets plated, represented in stage design at the same time an imperial eagle and a cage / prison.

www.irre.toscana.it:
La scultura di Corrado Cagli, Uccello in gabbia, realizzata in tubi di metallo, faceva parte della scenografia dell'"Agnese di Hohenstaufen" di Spontini per il Maggio musicale del 1974; fu collocata in questa aiuola, dopo una prima si- stemazione all'Anfiteatro all'aperto delle Cascine, con una certa faciloneria e approssimazione, senza alcuna preoccupazione per la totale mancanza di contesto, forse soltanto per un vago richiamo al vicino aereoporto.
La scultura si presenta come un mastodontico e insieme leggero groviglio di piastre e tubi metallici, in cui risalta la predilezione per le linee nette ed angolose che troviamo anche nella pittura dell' artista, nella quale si legge, soltanto dopo un'osservazione attenta, il contenuto del titolo.
L'opera risulta così difficilmente interpretabile e apprezzabile, come quando faceva parte di una complessa scenogràfia, ispirata e legata allo stile della musica. Per l'"Agnese" di Spontini, che è stato l'ultimo impegno di Cagli per il Teatro Comunale, l'artista aveva adottato soluzioni molteplici: nei bozzetti per i costumi aveva suggerito motivi di grande ricchezza, mentre nella scena era ricorso all'impiego di elementi della propria arazzeria e scultura, quasi in citazioni storiche complesse di riferimenti e suggestioni. Per Cagli, infatti, il lavoro sulla scena non era un aspetto marginale, ma un momento ove la ricerca si confrontava con le sollecitazioni di nuove esperienze figurative e spaziali: aspetto evidente del suo inesauribile interesse per la sperimentazione (D.S).
Translation:
The sculpture by Corrado Cagli, caged bird, made of metal pipes, was part of the scenography of Agnes of Hohenstaufen of Spontini for Maggio musicale of 1974; was placed in this flowerbed, after a first one-with the outdoor amphitheater of the Farms, with a certain laziness and approximation, without any concern for the total lack of context, perhaps only a vague reference to the nearby airport.
The sculpture looks like an enormous and slight tangle of metal plates and pipes, in which stands out the predilection for clear lines and angolose that we also find in the painting by the artist, in which it is stated, only after a careful observation, the contents of the title.
The work is thus hardly interpretable and appreciable, as when it was part of a complex scenogràfia, inspired by and linked to the style of music. For "Agnes" by Spontini, who was the last engagement of Cagli for the Teatro Comunale, the artist had adopted several solutions: in the sketches for the costumes suggested reasons for great wealth, while in the scene had recourse to the use of elements of their Tapestry and sculpture, almost historical complex quotes references and suggestions. For Cagli, in fact, work on the scene was not a marginal aspect, but a time where research faced with new stresses figurative and spatial experiences: obvious aspect of his inexhaustible interest in experimentation (D.S.).